12 Luglio 2017

La Chiesa del Kathisma ricorda il luogo in cui la Madonna si riposò

Conosciamo la Chiesa del Kathisma, che conserva il luogo in cui, secondo la Tradizione, la Madonna si riposò durante il cammino verso Betlemme con Giuseppe.

Archeologia, Cultura e altre Religioni

Loading the player...
Embed Code  

Request High Quality Video
Copy the code below and paste it into your blog or website.
<iframe width="640" height="360" src="https://www.cmc-terrasanta.org/embed/la-chiesa-del-kathisma-ricorda-il-luogo-in-cui-la-madonna-si-riposo-13352"></iframe>
Request High Quality Video
Please send an email to :
info@cmc-terrasanta.org

Subject:Request High Quality Video

Email Message:
Archivio personale / promozione CMC / televisiva

http://www.cmc-terrasanta.com/it/video/la-chiesa-del-kathisma-ricorda-il-luogo-in-cui-la-madonna-si-riposo-13352.html

Nessuna parte di questo video può essere modificato o diffusi senza un accordo in anticipo con la Cristiana Media Center concordare i termini e le condizioni di pubblicazione e la distribuzione.
Le rovine della Chiesa del Kathisma si trovano sulla strada che da Gerusaleme porta a Betlemme. È un luogo venerato sin dall’antichità, ma che è rimasto dimenticato per lungo tempo.

Padre EUGENIO ALLIATA, ofm
Archeologo Studium Biblicum Franciscanum
“Purtroppo è un sito dimenticato e in cattivo stato di conservazione”.

Ce ne parla Padre Eugenio Alliata, esperto di archeologia cristiana.

Scavi archeologici effettuati 25 anni fa hanno rivelato alcuni frammenti di mosaici. In seguito sono stati sistemati e coperti per essere protetti.

La costruzione era di forma ottagonale…

Padre EUGENIO ALLIATA, ofm
Archeologo Studium Biblicum Franciscanum
“La chiesa ha una forma speciale, una forma ottagonale, in realtà si tratta di due ottagoni che si susseguono. Uno più piccolo e uno più grande. Entrambi sono accentrati attorno ad una roccia che sporge appena appena al livello del pavimento”.

La posizione così particolare di questa roccia ne indica la sua originale importanza.

Padre EUGENIO ALLIATA, ofm
Archeologo Studium Biblicum Franciscanum
“La storia la troviamo narrata in un vangelo apocrifo, che si chiama il protovangelo di Giacomo. Un testo cristiano molto famoso. Racconta che Maria e Giuseppe andavano vrso Betlemme, Gesù stava per nascere, Maria era sull’asino e Giuseppe conduceva. Maria ebbe delle visioni: vede due popoli, uno dei quali ride mentre l’altro piange. I cristiani interpretarono il popolo che piange come gli ebrei perché non hanno creduto, il popolo che ride sono i cristiani che hanno creduto al Messia. Maria si sente stanca e chiede di scendere dalla cavalcatura e Giuseppe la fa scendere e accomodare dentro a una grotta. Si conserva una roccia proprio nel centro della chiesa che credo che sia il ricordo ultimo di questo riposo di Maria. Quale è il significato della parola Kathisma? In greco è il luogo in cui Maria si è seduta”.

Intorno alla Chiesa c’erano numerose cappelle decorate con mosaici colorati e preziosi, protetti dalla sabbia che li copriva….

Vere e proprie “Pietre Vive” che accolsero accolse la Madre di Cristo e che ancora oggi rivelano l’importanza della prima devozione Mariana!